TRE NUOVE ORDINANZE prima di andare in vacanza ... per chi può!

PUBBLICATE OGGI TRE NUOVE ORDINANZE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO PER LA RICOSTRUZIONE

 

ORDINANZA n. 59 del 31.07.2018

Attuazione dell’articolo 12, comma 5, del decreto legge 189 del 2016 e s.m.i.; Modalità e procedure di verifica a campione sugli interventi di ricostruzione privata ammessi a contributo.

Questa Ordinanza norma le modalità e le procedure di verifica sugli interventi di ricostruzione privata, che verranno fatti su un campione di pratiche, estratte in diversi momenti dell'istruttoria. Una pratica può essere anche estratta più volte, in diverse fasi dell'istruttoria. Gli USR possono decidere di aumentare la percentuale di pratiche da verificare. Resta in capo ai Comuni l'onere della verifica della conformità della pratica edilizia.

commento: altri controlli dei controllori che controllano i già controllati ... ma a lavorare sottopagati sempre gli stessi!!

 

ORDINANZA n. 60 del 31.07.2018

Rapporti tra interventi di ricostruzione privata e benefici fiscali di cui all’articolo 16, comma 1-bis, del decreto-legge 4 giugno 2013, n. 63, convertito con modificazioni dalla legge 3 agosto 2013, n. 90, e s.m.i.  (SISMA BONUS).

Questa Ordinanza norma la compatibilità tra gli interventi di riparazione dei danni, messa in sicurezza e miglioramento sismico e il sismabonus, che può essere richiesto per la parte eccedente il contributo concesso ai sensi delle ordinanze e in determinte condizioni

commento: CAZZATA MOSTRUOSA ... i benefici del "sisma bonus" per la demolizione e ricostruzione solo se quest'utlima è "fedele ricostruzione" ... pazzesco!!!!!

 

ORDINANZA n. 61 del 01.08.2018

Misure per la riparazione, il ripristino e la ricostruzione di immobili di proprietà privata di interesse culturale o destinati a uso pubblico.

Questa Ordinanza indica le misure per la riparazione, il ripristino e la ricostruzione di immobili di proprietà privata di interesse culturale o destinati a uso pubblico. Molto importante l'articolo 1 per identificare i requisiti di ammissibiltà, l'articolo 2 per gli incrementi da applicare al costo convenzionale, l'articolo 3 per il mutamento delle destinazioni d'uso, l'articolo 4 per gli edifici di interesse culturale.

commento: problematica che interessa i locali con particolare destinazione d'uso (funzioni culturali, sociali o religiose con vani di altezza > 5ml), si aspettava questa ulteriore disposizione già da oltre un anno.

 

Si rimane in attesa di una quarta ordinanza già scritta che integra e corregge le precedenti ordinanze, ma è ancora ferma alla Corte dei Conti ....

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.